REPTILIA
FOTO

 

Anguis veronensis
Hierophis viridiflavus

Lacerta viridis
Podarcis muralis
Podarcis siculus
Zootoca vivipara carniolica
Zamenis longissimus

I luoghi più incolti e naturali offrono gli habitat più consoni alla biologia dei rettili, che in essi trovano prede e alimenti per il proprio nutrimento e rifugi a tutela della loro sopravvivenza. La maggior parte dei rettili sono ovipari e depongono le uova in ambienti lievemente umidi e caldi. Alcune specie sono ovovivipare, portano cioè a maturazione le uova all'interno dell'organismo materno, partorendo i neonati. La dieta dei rettili è eterogenea e varia in conformità della specie. I serpenti (Ofidi) sono ottimi predatori e si cibano esclusivamente di sostanze animali; le loro prede sono costituite da insetti, piccoli mammiferi, uccelli, pesci, anfibi e anche altri rettili. Sauri e tartarughe annoverano specie carnivore, fitofaghe e onnivore. Nel nostro paese i rettili potenzialmente pericolosi per l'uomo sono solamente le vipere, anche se il loro veleno non è considerato mortale per una persona adulta e sana. In ogni caso questi animali sono estremamente timidi e paurosi; nel caso di un incontro casuale, basta tenersi a distanza di sicurezza e sicuramente sarà la vipera ad allontanarsi velocemente. L'uccisione di un serpente, comprese le vipere, comporta un danno all'ambiente e alla biodiversità; sono creature utilissime che predano topi, ratti e insetti dannosi. Molte leggi europee, statali e regionali intervengono a proteggere le specie di serpenti selvatici e pertanto la loro soppressione, ma anche la cattura o il maltrattamento, costituisce un reato penale.

anche